Difficile definire l’oggetto della valutazione…

Da anni – seguendo la nota frase di Palumbo – sosteniamo che “tutto ciò che è decidibile è valutabile”, intendendo che se un programma è intenzionale e razionale il valutatore ha comunque modo di valutarlo. La riflessione che sto portando avanti in questi mesi, di cui ho già scritto su questo sito, mi porta a considerare le cose diversamente. Tutto è più difficile, tutto è più complesso… Ne ho scritto nel sito dei miei amici della Centrale Valutativa qui: http://www.centralevalutativa.it/blog/item/15-tutto-quello-che-e-decidibile-e-sempre-valutabile-dipende.html

Spero avrete voglia di leggere e commentare.

Annunci